I diritti forzati

15,00

Conversazioni sulla follia a quarant’anni dalla legge Basaglia

Acquista

Descrizione

Appare difficile per il giurista dominare la materia viva dell’esistenza, multiforme e cangiante, specie laddove si tratta di dare senso a ciò che un senso non sembra possedere. Eppure il diritto è un sapere incarnato, scritto sulla pelle degli uomini, il che consente alle norme giuridiche di cogliere e, al contempo, di essere influenzate dalla complessità e irregolarità dell’esistenza, trovando il modo di concettualizzarla senza cancellarla. In questa prospettiva si muovono i contributi ospitati in questo volume che non hanno l’ambizione di fare il punto sui rapporti che intercorrono tra follia e diritto, ma di analizzarne virtualità, dissonanze e enigmi per cercare di ricomporre una esperienza frammentata e complessa.

Informazioni aggiuntive

Anno

2018

ISBN

9788864000817

N. pagine

210