Le strofe

7,75

ESAURITO

Categorie: , ,

Descrizione

Pochi conoscono questo volumetto di poesie che Turati, uno dei grandi padri del socialismo democratico e del movimento operaio italiano, scritte nel 1883. Poesie piene di reminiscenze carducciane, nelle quali si incomincia ad intravedere l’impegno sociale che verrà (ad esempio nella lirica dedicata ai nichilisti russi impiccati a Pietroburgo nel 1881). Forse il Turati non fu grande poeta, come del resto scrive nella prefazione: “Certo se in luogo di dare vani versi alla carta io avessi dato altrettanto vigorosi colpi di badile alla terra, onde fossero germogliati de’ bei pani a coloro che ne bisognano, certo io sarei più soddisfatto”. Ma queste poesie più di molti saggi fanno capire in che clima nacque e si sviluppò il primo socialismo italiano.

Informazioni aggiuntive

Anno

2002

ISBN

8886093877

N. pagine

150