Socialisti e terroristi

15,00

1978-1982 La lotta armata e il Psi: indagini e testimoni

Acquista

Descrizione

“Il terrorismo di sinistra non è un fenomeno esclusivamente italiano. Alla fine degli anni Sessanta gruppi simili alle Brigate rosse (Br) e Prima linea (Pl) compaiono in altre democrazie industriali…
Caratteristica esclusiva del nostro Paese, per altro, è l’aver dovuto registrare un terrorismo di sinistra che a raggiunto capacità offensive di entità decisamente maggiore rispetto ad ogni altra situazione e assai più persistenti nel tempo (le “prime” Br durano per circa 15 anni);- per di più con tendenza alla riemersione ciclica, quasi che la violenza terroristica sia un fiume carsico che non cessa mai di scorrere, neppure quando la storia sembra chiusa. Ben si comprende, allora, perché la letteratura sul terrorismo italiano di sinistra (dopo i primi anni di silenzio imbarazzato o negligente) vada sempre più arricchendosi, con saggi o lavori documentari-giornalistici nei quali la riflessione etico-politica si intreccia con la ricostruzione delle vicende legate alle principali organizzazioni clandestine. Questa ricerca di Chiara Zampieri arricchisce la bibliografia in materia, affrontando il tema dei rapporti intercorsi fra alcuni esponenti del Psi ed i movimenti della sinistra extraparlamentare nell’arco cronologico compreso fra il 1978 ed il 1982”.
(dalla Prefazione di Gian Carlo Caselli) Postfazione di Carlo Fumian

Informazioni aggiuntive

Anno

2013

ISBN

9788864000442

N. pagine

300